Le alte scogliere

Il Carso
Carso significa ‘roccia, pietra’ e mai nome fu più rappresentativo del carattere di un’area. È un territorio privo d’acqua, dove il substrato fertile non supera una decina di centimetri, e la sua principale peculiarità è proprio quella di non avere una rete idrografica superficiale. Originariamente qui si insediarono popolazioni che praticavano l’agricoltura intensiva e il pascolo su terreni magri. Il paesaggio agrario presenta i tipici villaggi in pietra, circondati da campi delimitati da muri a secco, e ampie zone di landa carsica segnata da alberature sparse. Verso la fine dell’800 e gli inizi del ’900 si compì un’imponente opera di rimboschimento nell’area più prossima all’attuale confine con la Slovenia, volta anche a contrastare i fenomeni di erosione. Un’essenza importata all’epoca è il pino nero, estraneo all’ambiente carsico, connotato invece da carpino nero, orniello e roverella. I borghi carsici sono costruiti per resistere alla bora, il tipico vento freddo proveniente da nord-est che la leggenda immagina come una dolce ninfa che abita i boschi. Soffiava durante l’estate per portare refrigerio alle genti che lavoravano questa dura terra. Un giorno però arrivarono da lontano degli uomini bellicosi e uno di loro uccise il dio tanto amato da Bora. La ninfa, per vendetta, si mise a soffiare gelida e con violenza inaudita; da allora, ogni inverno, ci fa sentire la sua fredda collera. Questo severo territorio ha visto spesso, nel tempo, mutare i propri confini, con un forte condizionamento del sistema delle comunicazioni stradali. Oggi rimane una fitta rete di sentieri che si dipartono da ogni borgo e che narrano di complessi rapporti transnazionali, oggi finalmente di nuovo riallacciati. L’altipiano, facilmente raggiungibile dalla grande viabilità triestina, costituisce l’entroterra del capoluogo regionale.

Itinerari

I borghi

Carso significa ‘roccia, pietra’ e mai nome fu più rappresentativo del carattere di un’area. È un territorio privo d’acqua, dove il substrato fertile non supera una decina di centimetri, e la sua principale peculiarità è proprio quella di non avere ...

Da Duino a Muggia

La costiera per eccellenza è quella triestina, dove l’altipiano carsico si tuffa nelle acque blu del golfo, con le bianche pareti a picco sul mare. È anche la strada panoramica d’accesso alla città, che permette di apprezzare la natura ...

Attività e turismo

Paesaggi, storia, tradizioni, prelibatezze e attività ricreative per tutti

Famiglia

Famiglia

Sport e Natura

Sport e Natura

Cibo e Gusto

Cibo e Gusto

Cultura e Tradizioni

Cultura e Tradizioni