Da Duino a Muggia

La costiera

La costiera per eccellenza è quella triestina, dove l’altipiano carsico si tuffa nelle acque blu del golfo, con le bianche pareti a picco sul mare. È anche la strada panoramica d’accesso alla città, che permette di apprezzare la natura particolare di questa striscia di territorio. Attraversa località balneari come Sistiana e Duino, luoghi suggestivi e ricchi di storia come Miramare con il castello di Massimiliano d’Asburgo, per arrivare poi alla caratteristica Barcola, lungomare alle porte della città di Trieste, affollato in estate da bagnanti locali e meta di romantiche passeggiate in ogni stagione. La strada,  divenuta parte integrante del paesaggio con le sue gallerie scavate nella roccia, invita ad ammirare la vegetazione a monte e il mare sottostante, il quale non è tuttavia sempre facilmente accessibile: sono pochi i punti nei quali poter scendere per raggiungerlo. A Miramare è possibile arrivare anche da nord, da Prosecco, lungo un sentiero che attraversa i ‘pàstini’ (i caratteristici terrazzamenti del versante) e le vigne, con olivi e alberi da frutto. Sembra incredibile che questi piccoli appezzamenti servissero, un tempo, per rifornire il mercato della città. Il golfo di Trieste, per il vento che spira costantemente e che all’improvviso può risvegliare forti refoli, è luogo prediletto dai velisti. Da decenni, la ‘Barcolana’ è una delle più spettacolari regate veliche. Oltrepassata la città di Trieste, l’ambiente cambia e la distinzione tra altipiano e mare si fa meno netta. Il paesaggio di Muggia, città veneto-istriana il cui centro storico è tutt’oggi fortificato, e quello dei suoi dintorni preludono a luoghi di grande interesse naturalistico come la Val Rosandra. Di questo ambito fa parte anche il Carso sloveno che, sebbene sia oggi separato da quello triestino per motivi storico-politici, costituisce con quest’ultimo una continuità di paesaggio e di tecniche costruttive e artistiche.

Luoghi di Interesse

Duino Aurisina / La grotta del dio Mitra

La grotta G 4204 detta ‘Mitreo’, scoperta nel 1963 da alcuni speleologi, si trova tra l’autostrada e la ferrovia e si può raggiungere con una pista sterrata da Duino oppure con il sentiero 3a da Medeazza, passando accanto alla grande dolina sotto ...

Duino Aurisina / S. Giovanni in Tuba

Costruita alla fine del XV secolo, la chiesa sorge vicino alle bocche del Timavo sul luogo di un’antica basilica paleocristiana, di cui resta un pavimento musivo simile a quelli di Aquileia e Grado. INFO: Soprintendenza del Friuli Venezia Giulia ...

Duino Aurisina / Le bocche del Timavo

Dopo circa 90 km di viaggio, in gran parte nascosto nelle viscere della terra, il fiume Timavo riappare qui con tre sorgenti, per farsi ammirare in tutta la sua tranquilla bellezza.

Duino Aurisina / Il castello

Situato in una posizione strategica, che domina e controlla il golfo di Trieste, l’attuale castello di Duino è quanto resta di un complesso fortificato in origine composto da due manieri: quello inferiore, abbandonato nel corso del XVIII secolo, e ...

Duino Aurisina / La Riserva naturale delle Falesie

Questa riserva regionale, unico esempio di scogliera alta dell’Adriatico settentrionale, si estende su 107 ettari ed è visitabile percorrendo il sentiero Rilke, ma è dal mare che meglio si può godere lo spettacolo delle sue bianchissime falesie a ...

Sistiana / Il sentiero Rilke

Lo spettacolare e facile percorso che si snoda lungo il ciglione della falesia fra il promontorio di Duino e la baia di Sistiana (Duino), prende il nome dal poeta Rainer Maria Rilke che si dice abbia avuto qui l’ispirazione per i primi versi delle ...

Santa Croce / La via della salvia

Nel cuore del carso triestino, tra Santa Croce e Aurisina (Duino), questo sentiero permette di godere della splendida vista sul golfo di Trieste e ammirare la particolare vegetazione della macchia mediterranea. Al riparo dalla bora vi immergerete ...

Duino Aurisina / Il sentiero dei pescatori

Dal piccolo porticciolo di Canovella degli Zoppoli (così detto dal nome delle antiche imbarcazioni lunghe circa 7 m e scavate nel tronco di un albero usate un tempo dai pescatori del luogo), un ripido sentiero lungo circa 1,5 km e di 140 m di ...

Miramare / La riserva marina

Quest’area protetta gestita dal WWF si estende per 120 ettari intorno al castello di Miramare e comprende un ambiente marino unico per caratteristiche geo-morfologiche e per la presenza di specie rare. La riserva, con un centro visite e aule ...

Miramare / Il castello e l’imperatrice Sissi

Per costruire questa straordinaria residenza, a metà ’800, Massimiliano d’Asburgo, arciduca d’Austria (1832-1867), allora capo della marina imperiale, scelse un punto che abbracciava visivamente il golfo di Trieste. Carlo Junker, il progettista, la ...

Muggia / Il borgo, il duomo e gli scavi

Di origini antiche, Muggia fu quasi completamente distrutta dai genovesi nel 1354, per poi essere ricostruita dalla Serenissima. Il borgo conserva l’impronta veneziana e si concentra attorno al ‘mandracchio’, la darsena che si insinua fino ...

Val Rosandra / La riserva naturale e la palestra di roccia

Il torrente Rosandra ha formato, nel corso dei millenni, una valle impervia, dall’aspetto alpino, che offre uno spettacolare paesaggio di rupi, ghiaioni e pareti a strapiombo. Qui, a pochi passi da Trieste, ci si può immergere in una natura ...

Oltre confine / La chiesa fortificata di Hrastovlje

Il piccolo borgo medievale di Hrastovlje, poco distante dal confine italiano, in Slovenia, conserva un vero e proprio gioiello: la chiesetta romanica della Ss. Trinità (XII sec.). Fortificata nel 1581 contro l’avanzata ottomana, racchiude gli ...

Oltre confine / Le grotte di S. Canziano

A soli 15 km dal confine italiano le Škocjanske jame fanno parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Formate da undici grotte collegate le une alle altre, da doline, ponti naturali e inghiottitoi, nella seconda parte del percorso turistico sono ...

Oltre confine / Il castello di Predjama

È unico al mondo questo castello sloveno, incastonato in una parete rocciosa all’ingresso di una grotta carsica, a strapiombo sul torrente Lokva, in una posizione quasi inaccessibile: spettacolare sintesi tra natura e opere dell’uomo. L’odierno ...

Cuoriosità

La vista dal mare

Quale modo migliore per apprezzare la costiera, dove le rocce si tuffano nel blu del mare, e per avvicinarsi al mondo dei pescatori, se non quello di salire su una imbarcazione? È possibile farlo in kayak oppure, più semplicemente, a bordo del ...

S. Giovanni in Tuba e il Giudizio universale

Le bocche del Timavo, per le caratteristiche dell’ambiente e per la loro suggestione, hanno attratto fin dall’antichità culti e memorie mitiche, fino alla divinizzazione del fiume stesso. Già le fonti classiche richiamano leggende sull’approdo, in ...

I prodotti tradizionali della pesca

Il golfo di Trieste è stato da sempre un territorio con una forte tradizione di pesca e acquacoltura. Questa storica attività ha portato al riconoscimento di alcuni prodotti agroalimentari tradizionali come il calamaro di saccaleva, la mormora di ...

‘Presnitz’, ‘potìza’ e favette

Se avete la ventura di soggiornare a Trieste, prima di darvi alla cucina mitteleuropea per cui la città alabardata va famosa, chiedete i sardoni di Barcola, solare piatto mediterraneo tanto popolare quanto adatto anche ai palati più raffinati. ...

Attività e turismo

Paesaggi, storia, tradizioni, prelibatezze e attività ricreative per tutti

Famiglia

Famiglia

Sport e Natura

Sport e Natura

Cibo e Gusto

Cibo e Gusto

Cultura e Tradizioni

Cultura e Tradizioni