Da Caneva a Budoia

Luoghi di Interesse

Caneva / Il castello

Quando nel 1034 l’imperatore Corrado donò Caneva al Patriarca di Aquileia, nella località, che ha origini preromane, esisteva già un castello. A lungo il maniero, che si trova sullo sperone roccioso del Col de Fer, fu conteso al Patriarca dai ...

Caneva / Il ‘pagalòsto’

Il pomeriggio dell’ultima domenica di carnevale si svolge una forma particolare di questua, con gli osti vittime consenzienti. Il campo da gioco sono le vie e i viottoli e la gara si trasforma in una lunga e allegra processione innaffiata con ...

Caneva / Il ‘figomoro’

Dalla nascita della città (1139), è documentata una specie di fico nero (figomoro) dalla forma molto allungata e dalla polpa tenera, sapida, di un intenso colore rosso cardinale e molto più dolce rispetto alle altre varietà note; è storicamente ...

Polcenigo / La ‘Santissima’

La chiesa attuale della Santissima, accanto alle sorgenti del Livenza, risale alla metà del XVI secolo, edificata da un gruppo di frati conventuali venuti da Venezia; sostituisce un edificio sacro che viene fatto risalire all’imperatore Teodosio, ...

Polcenigo / La zona umida del Palù

Collocata in una vasta area del fiume Livenza, tra le alture di Sarone e la dorsale del Longone, la zona umida del Palù è anche un importante sito archeologico in zona umida che ospitava, alcuni millenni prima di Cristo, un villaggio palafitticolo. ...

Polcenigo / Le sorgenti del Gorgazzo

Una delle tre sorgenti del fiume Livenza è quella del Gorgazzo, localmente chiamata el Buso: si presenta come un’ampia e profonda pozza, nascosta fra alberi e rocce, continuamente alimentata da acque limpide e gelide che assumono la colorazione di ...

Polcenigo / Il borgo

Ai piedi del castello, in epoca medievale, si sviluppò un borgo, munito di mura e torri, destinato agli artigiani e ai contadini che provvedevano all’economia castellana. Della fase più antica restano la strada con alcune abitazioni e parti delle ...

Polcenigo / La festa dei cesti

L’ultima domenica di agosto si ammirano (e acquistano) i prodotti tipici dell’artigianato locale e si possono rivivere i ‘mestieri di una volta’. La sagra coinvolge tutto il centro storico di Polcenigo e, per l’occasione, vengono aperti i ...

Polcenigo / Il castello

Il castello di Polcenigo è citato per la prima volta nel 963 e la casata dei di Polcenigo nel 1154. La sua collocazione ai confini occidentali della Patria del Friuli ne ha fatto oggetto di contese e frequenti passaggi dal campo patriarcale a ...

Mezzomonte / Un balcone sul Friuli

Posta in una splendida posizione che gli ha meritato l’appellativo di ‘balcone sul Friuli’, questa frazione del comune di Polcenigo era dedita alla pastorizia ed allo sfruttamento delle risorse boschive prima di conoscere, in tempi recenti, una ...

San Floriano / Il parco naturalistico

Posto sull’omonima collina, il Parco di San Floriano è una riserva guidata e didattica notevole per la flora e per la fauna, esempio di ripristino ambientale attraverso coltivazioni sperimentali che non alterino l’equilibrio ambientale. L’obiettivo ...

San Floriano / La chiesa di S. Floriano

Questa chiesetta sorge alla sommità del colle di San Floriano. Le sue origini risalgono forse al X secolo; comunque, la presenza fino al 1824 di un battistero a immersione testimonia l’antichità di questo luogo di culto, certamente assai precedente ...

Dardago / Il percorso naturalistico di S. Tomè

Il facile sentiero naturalistico, inserito nell’Ecomuseo delle Dolomiti friulane, inizia a nord dell’abitato di Dardago (Budoia), in prossimità del torrente Artugna, e si sviluppa ad anello per circa 5,5 km. Lungo il suo percorso si possono ...

Budoia / Il borgo e la festa dei funghi

Budoia è un piccolo borgo pedemontano con numerosi esempi di architettura locale, anche signorili, ove si può notare l’uso della pietra lavorata dai noti scalpellini locali. Sono anche da visitare la chiesa ottocentesca con un crocifisso in marmo ...

Cuoriosità

La foresta del Cansiglio

La conca del Cansiglio è il regno della vegetazione che si declina nelle sue più sorprendenti associazioni. Molti sono i sentieri che innervano questi luoghi e che permettono di ammirare in quota il faggio dal fusto alto e ordinato e, nel suo ...

Il formaggio di malga

La transumanza dal fondovalle ai pascoli in quota ha sempre costituito un elemento estremamente importante per l’economia pastorale della montagna friulana. Oltre alla Carnia, luogo principe dei formaggi di malga, va ricordata anche l’area montana ...

Attività e turismo

Paesaggi, storia, tradizioni, prelibatezze e attività ricreative per tutti

Famiglia

Famiglia

Sport e Natura

Sport e Natura

Cibo e Gusto

Cibo e Gusto

Cultura e Tradizioni

Cultura e Tradizioni