Nell’isola dorata tra le onde

Grado

Molti la conoscono come l’isola d’oro. Isola dentro la sua laguna, unita alla terraferma da una sottile striscia di terra, Grado conserva intatto tutto il suo fascino veneziano. E come a Venezia, anche qui il bello è perdersi tra campielli e vicoli, tra le case dei pescatori, dentro un mondo a parte, fatto di storia e tradizioni.

Per chi cerca, semplicemente, una tranquilla vacanza al mare, Grado offre tutto quello che serve: una sabbia finissima, una spiaggia garantita da anni di Bandiera Blu, servizi all’altezza e attività di qualunque tipo e per tutti i gusti.

Grado il porto canaleChi invece avesse voglia di spingersi anche un po’ più in là, può scoprire autentici tesori della storia, dell’arte e della natura. Dentro Campo dei Patriarchi, nella “città vecchia”, si possono ammirare gli edifici paleocristiani della Basilica di Santa Eufemia, con l’Anzolo San Michele, simbolo della città. E poi la Basilica di Santa Maria della Grazie, la più antica di tutta Grado. Le Terme, con acqua marina, conservano l’eleganza di un tempo, quando erano meta prediletta dell’aristocrazia asburgica. Per chi ama la natura, invece, la Riserva naturale della Valle Cavanata e la Riserva naturale della Foce dell’Isonzo sono assolutamente da non perdere.

DAL MARE I CLASSICI IN CUCINA

Sono molte le specialità di pesce da gustare lungo la costa, dove la pesca ha alle spalle una lunghissima tradizione che ancora oggi affonda le sue radici dentro la storia. Tipico di Grado il Boreto alla graisana, saporito brodetto di pesce fresco, servito con polenta bianca.

Attività e turismo

Paesaggi, storia, tradizioni, prelibatezze e attività ricreative per tutti

Famiglia

Famiglia

Sport e Natura

Sport e Natura

Cibo e Gusto

Cibo e Gusto

Cultura e Tradizioni

Cultura e Tradizioni